Cos´è Systema

WarriorLogoSystemaSystema” è un metodo di combattimento russo che mira a sviluppare 3 componenti10 chiave che un vero guerriero deve possedere:

  1. un corpo sano, libero da tensioni e capace movimenti fluidi, costanti, esplosivi e devastanti in ogni situazione;
  2. uno spirito (o stato psichico) calmo, libero da rabbia, irritazione, paura, autocommiserazione e orgoglio;
  3. abilità combattive che includano risposte potenti, precise e spontanee.

Il principio chiave in Systema è la non-distruzione e ogni esercizio ci aiuta a comprendere come reagiscono il corpo e la mente quando sono sottoposti a condizioni di stress, come quando ci si trova ad affrontare uno o più avversari, armati o non, da terra, in piedi, in acqua, in spazi ristretti, ecc. Negli allenamenti si impara a riscoprire e sviluppare gesti di difesa istintivi, a conoscere meglio se stessi e a rispettare gli altri, a gestire la tensione, la paura e il dolore attraverso la pratica del respiro e del rilassamento.

Systema consiste di un insieme di pratiche marziali fisiche, psicologiche e spirituali che insegnano alla persona non solo a difendersi, ma anche a gestire  lo stress,  la tensione, l´ansia, la paura e il panico che spesso emergono in situazioni difficili come, per esempio, nel caso di un´aggressione fisica e, più in generale, in qualsiasi condizione stressogena. Per questo motivo, assieme agli aspetti legati prettamente all´autodifesa, si insegnano varie tecniche di respirazione, di rilassamento, di massaggio, e di gestione dello stress. La sinergia tra abilità combattive, una mente solida e un corpo in salute, creano un vero guerriero capace non solo di difendere se stesso o altri ma di prendersi cura di sé e degli altri.

Per quanto concerne l´aspetto relativo alla difesa personale e di terzi, in Systema si insegnano movimenti, non tecniche. Così come un pianista non ha bisogno ogni volta di cercare i tasti da premere perché la sua sensibilità glieli fa trovare sotto le dita, così durante gli allenamenti si impara a lasciar accadere i movimenti che, con la pratica, diventano sempre più precisi, economici e funzionali allo scopo. È il corpo che impara a comprendere e i movimenti non vengono più dettati dal pensiero ma dalla contingenza nella quale ci si trova, trascendendo la pura e semplice meccanica gestuale legata alla tecnica. Facciamo un esempio e immaginiamo di voler imparare a nuotare: è solo nell´acqua, cioè nella situazione reale, che il corpo apprende i movimenti necessari per restare a galla. Fuori d´acqua, in assenza di un mare che fa da sfondo alle operazioni motorie, le tecniche natatorie resterebbero astrazioni teoriche e inutili. È solo nella situazione concreta che il corpo si sente potenza operativa e i movimenti trovano il loro senso. A differenza di una tecnica, inoltre, il movimento può essere più facilmente adattato alla specifica situazione. Restiamo sull´esempio dell´acqua e immaginiamo di essere impossibilitati a usare le braccia o le gambe per tenerci a galla. Va da se che saper usare movimenti alternativi per far fronte a questo handicap diventa indispensabile per riuscire a sopravvivere.

Durante le lezioni ogni persona, scoprendo le proprie potenzialità e i propri limiti, viene aiutata a comprendere di quali di movimenti dispone per poter far fronte efficacemente alla situazione. In questo senso l´allenamento è cucito su misura per ogni studente che diventa così vero protagonista del processo di apprendimento.